Nelle ultime ore OpenSea, il più grande marketplace di NFTs, ha rilasciato un comunicato in cui spiega l’avvenimento di un attacco di phishing, che sembra aver detratto un’ingente quantitativo di NFT agli utenti, con un valore che si aggira attorno a 1.7 milioni di dollari.

opensea exploit

Quest’ultima ipotesi, inoltre, è avallata anche dalla società di sicurezza blockchain PeckShield, che afferma che l’attacco è avvenuto tramite un’ipotetica campagna di phishing che, avvalendosi del nuovo processo di migrazione degli smart contract, ha potuto generare degli indirizzi web fasulli poi divulgati sui social network.

Sappiamo, ora, che l’indirizzo che riconduce al wallet del possibile hacker è stato etichettato come ”phish/hack” da Etherscan, la piattaforma di block exploring per la rete Ethereum.

Sebbene dunque non si sia ancora certi del tutto e di quale sia la causa scatenante, vi invitiamo caldamente a non cliccare alcun link al di fuori di quello ufficiale (https://opensea.io/), al fine di non incappare in uno spiacevole furto di NFTs ai vostri danni.

Leggi anche: Crescita degli NFT